altosalento riviera dei trulli         benvenuti in Puglia

 

Home ] Su ]

I PUNTI CHIAVE

·      Patrimonio storico-architettonico e culturale unico: centri storici castelli, , luoghi di culto, palazzi gentilizi, cripte basiliane e  grotte, monumenti megalitici (specchie e dolmen),  masserie, trulli,  frantoi ipogei, torri di avvistamento sulla costa

·      Elevata valenza paesaggistica del territorio: oltre alla campagna,  ci sono  boschi  nei comuni di Ceglie per 500 ettari e Ostuni per 330 ettari, con querce maestose e il fragno,  una particolare quercia che si riscontra in Italia solo nella Murgia Meridionale;  nel territorio di Ceglie area attrezzata per pic nic in località  bosco Ulmo (378 m.).

·      Mare pulito,  la costa è varia con spiagge sabbiose, ampie baie,  basse scogliere e calette.

·      Forti flussi turistici (quarta destinazione in  Puglia)   

·      Presenza di aree naturalistiche con elevato indice di diversità biologica: due riserve naturali (riserva naturale dello stato di Torre Guaceto e riserva naturale regionale di Torre Canne-Torre San Leonardo), tre siti di interesse comunitario (SIC)  e cinque siti di interesse regionale (SIR).  

·      Offerta turistica diversificata.

·      Buon livello della qualità della vita (si vive bene e a lungo, a Dicembre 2004  sono 7 gli ultracentenari e ben 628 gli ultra novantenni)

·      Produzioni agricole  di valore adatte allo sviluppo di filiera: olio, vino, mandorle, fichi, frutticoltura minore, pomodori e insalate.

·      Presenza di strade dell’olio, del vino e di poli di gastronomia tipica.

·      Buona manutenzione del territorio attraverso una attività agricola diffusa.

·      Viabilità rurale estesa ed efficiente adatta anche a percorsi ciclabili.

·      Diffusa presenza di strutture ricettive: sono in crescita le strutture ricettive con architettura tradizionale.               

·      Possibilità di diversificare e destagionalizzare l’offerta turistica: turismo balneare, rurale, culturale, naturalistico, enogastronomico;

·      Evoluzione dei consumi verso una maggiore domanda di prodotti di qualità e tipici con requisiti di sicurezza, di tipicità e di tracciabilità.

·      Crescente attenzione alla realizzazione di strategie di sviluppo guidate dal basso e integrate.

·      Buoni collegamenti stradali e ferroviari: superstrada Lecce-Brindisi-Bari-Autostrada A14 per Bologna,  e superstrada Brindisi-Taranto-Sibari;  linea ferroviaria adriatica Lecce-Bari-Rimini; linea ferroviaria minore (ferrovie Sud Est) Bari-Martina-Lecce attraverso le Murge orientali, l’Altosalento interno (Ceglie) e la piana salentina.  

·    Ottime strutture aeroportuali e portuali l’ aeroporto di Brindisi dista dall’Altosalento da 20 chilometri (San Vito) a 40 chilometri (Ceglie); i  voli di linea giornalieri sono per Roma (durata del volo 1 ora e 15 minuti), per Milano (1 ora e 30 minuti) e per Londra (1 ora e 50 minuti). L’aeroporto di Taranto-Grottaglie dista da 20 chilometri (Ceglie) a 32 chilometri (San Vito), ad oggi sono effettuati solo voli charter, ma sembra non lontano il ritorno ai voli di linea. L’aeroporto di Bari dista intorno ai 100 chilometri. Porto di Brindisi per i collegamenti con la Grecia.

·      Buona immagine sul mercato italiano ed estero.


Home     Prossimi eventi     Strutture turistiche