altosalento riviera dei trulli         benvenuti in Puglia   

Home
Su
proposte soggiorno

 

 

 

 

Altosalento riviera dei trulli

un territorio da favola

info-vacanze

prossimi eventi

 

 

 

Alberghi e non   


  Clicca qui per  una  selezione di strutture turistiche nell' Altosalento:  Ricettività alberghiera e non "al mare - vicino al mare - in collina - nei trullinei centri storici"


L'offerta ricettiva nel nostro territorio risulta alquanto variegata: alberghi  a quattro stelle con ottima ristorazione, piscine e ogni confort di categoria; villaggi turistici con impianti sportivi e animazione; residence immersi nel verde; campeggi sul mare con ristorazione e  minimarket; alberghi nei centri storici e in collina; agriturismi in masseria; bed and breakfast in una atmosfera familiare; "alberghi diffusi" come case vacanze nei trulli, nelle masserie e nei centri storici e persino alloggi in un castello medievale. Inoltre, alquanto varia si presenta l'offerta di case private al mare, in campagna o nei centri storici per fitti anche settimanali.

 Per dettagli e consigli contattateci Vi risponderemo sinceramente e amichevolmente consigliandovi la struttura più adatta alle Vostre esigenze: il nostro intento nello spirito del distretto turistico è far combaciare le Vostre richieste  con l'offerta del territorio. In quest'ottica Vi segnaliamo alcune soluzioni vacanze

 La ricettività dei cinque comuni dell'area centrale dell’Altosalento Riviera dei Trulli è concentrata lungo la costa, pertanto i comuni con maggiore disponibilità di posti letto sono i comuni di Ostuni e Carovigno che hanno territorio litoraneo.  Gli altri comuni interni San Vito e San Michele,  ma in particolare Ceglie,  sono in forte crescita per il turismo rurale e il turismo culturale nei centri storici, oltre al turismo enogastronomico.

Notizie su presenze e ricettività     

     Con il secondo posto aggiudicatosi nella classifica dei “best value travel destinations in the world for 2014” di Lonely Planet ( la guida turistica più nota e venduta al mondo) la Puglia entra a far parte dell’olimpo delle mete turistiche mondiali.
Celebrata dal New York Times che le ha dedicato un post intitolato “Italy’s Magical Puglia Region” la regione è entrata a far parte anche dei Top Trips di National Geographic.
  

     In Puglia i dati turistici relativi al periodo gennaio/novembre 2012 mostrano una tendenza regionale di sostanziale tenuta, di gran lunga migliore rispetto a quella nazionale. Infatti, mentre l'andamento dei flussi turistici nazionali per il 2012 (periodo gennaio-luglio) sono negativi sia per gli arrivi che per il numero dei pernottamenti, rispettivamente -6,6% e -7,5%, in Puglia, rispetto agli stessi mesi del 2011, si registrano incrementi degli arrivi nel mese di Giugno 2012 dell'1,35% un decremento del 3,46% per Luglio e un incremento in Agosto del 1,82%.

    Gli elementi distintivi e caratterizzanti il turismo in Puglia nel 2012 sono l’aumento della sua notorietà, l’immagine positiva a livello nazionale e l’incremento dei flussi turistici internazionali.
I primi dati ufficiali 2012 fanno registrare oltre 3,2 milioni di arrivi e circa 13,3 milioni di presenze turistiche complessive. Le mete preferite dai turisti stranieri si confermano Salento e Valle d’Itria (Altosalento).
Le variazioni percentuali maggiori tuttavia si registrano per le destinazioni di recente scoperta quali la Magna Grecia, Murgia e Gravine (+17% degli arrivi e 15,4% delle presenze). Nel 2012 la distribuzione dei flussi verso l’entroterra e la scoperta di “nuove destinazioni” all’interno della Puglia hanno portato a un incremento significativo degli arrivi nei comuni della Valle d’Itria (Martina Franca, Ceglie Messapica, Cisternino), della Magna Grecia, Murgia e Gravine (Ginosa, Maruggio e Castellaneta) e del Salento (Ugento, Castrignano del Capo e Salve).
Dall'indagine sulla customer satisfaction dei turisti realizzata da ISNART per conto dell’Osservatorio Regionale sul Turismo, emerge che l’esperienza di viaggio in Puglia non delude le aspettative del viaggiatore: in una scala da 1 a 10, la cortesia delle persone ottiene un voto medio di 8, la percezione di una forte identità locale un 7,8, la coerenza tra aspettative e l’immagine trasmessa dal territorio un 7,5. Il voto medio attribuito alla qualità dell’offerta enogastronomica è di 8,1, all’offerta culturale e di intrattenimento 7,5, alle occasioni di socializzazione (eventi a tema, ecc.) 7,7 e di 7,6 alla varietà e al rapporto qualità/prezzo delle attività ricreative proposte dagli attori locali. 

    Da un sondaggio 2010 emerge che la Puglia è tra le cinque regioni più amate dello Stivale: terra di colori e di immagini intense, che rievoca nella mente dei viaggiatori il profumo inconfondibile del mare, ma anche gli scorci assolati delle campagne punteggiate dai trulli e dalle masserie, le vacanze e i colori intensi dei tramonti del Salento. Per il 56% dei rispondenti, la Puglia è in cima alla lista delle mete da scoprire e probabile destinazione di viaggio per le prossime vacanze. Fra le destinazioni di viaggio locali che hanno conquistato la maggiore visibilità sui media ed i magazine di turismo i viaggiatori indicano Alberobello e i trulli (55%), Gallipoli (42%) e Ostuni (40%).

     APT Brindisi  - Comunicato stampa del  26/11/2010 -  Dati estremamente positivi  nel 2010 per il turismo in provincia di Brindisi.  Nel periodo che va da aprile a settembre del 2010 si è registrato, per il quinto anno consecutivo, un dato in crescita. In particolare, rispetto allo stesso periodo del 2009, le presenze sono state superiori del 3,59%, con un aumento del 2,26% per i turisti italiani e del 12% per quelli stranieri. Il tutto, per un totale di 1.308.000 presenze ed un fatturato di 190 milioni di euro, con un aumento di sette milioni di euro rispetto all’anno precedente.

     Nel 2009 i posti letto, dei soli cinque comuni particolarmente trattati in questo lavoro (Ostuni, Ceglie, San Vito, Carovigno e San Michele), sono saliti a oltre 16.000 con un ulteriore forte incremento in corso, quanto per gli alberghi che per la ricettività rurale (aggiornamenti ricettività 2009). Le presenze turistiche nell'Altosalento e nella provincia di Brindisi sono in incremento riportando nell'estate 2009 i migliori dati dell’intera Puglia, in una regione che ha visto un positivo andamento dei flussi turistici 2009 in controtendenza con i dati nazionali. Nel 2009 le mete preferite per le vacanze estive in Italia si confermano le regioni del Mezzogiorno: nel trimestre luglio-settembre, tra le principali destinazioni per le vacanze lunghe, ci sono la Puglia (9,8% delle vacanze lunghe in Italia), la Sardegna (7,4%), la Sicilia (7,1%).

    Sulla scia dell’ottima performance estiva della Puglia, che si posiziona ad agosto del 2008 come la prima regione in Italia in termini di camere vendute, la provincia di Brindisi vive un’estate 2008 in crescita rispetto all’anno precedente. Durante il terzo trimestre, infatti, in termini di occupazione delle camere si registra l’incremento delle vendite rispetto all’anno precedente, del +8,7% a luglio, +3,6% ad agosto e +1,4% a settembre. La vacanza in provincia di Brindisi è legata al soggiorno al mare e nella vicina campagna. Nel 2008 l’offerta turistica nella Provincia di Brindisi presenta un totale di 329 esercizi ricettivi: 81 alberghi e 248 strutture complementari, di cui 156 sono Bed and Breakfast.


Vedi anche tabelle


Home     proposte Altosalento: mare - entroterra     prossimamente    meteo Salento    angoli di mare     angoli di trulli