altosalento riviera dei trulli         benvenuti in Puglia

 

 

 

Home ] Su ]

Per gli eventi imminenti o in corso clicca  news: eventi prossimi

ARCHIVIO EVENTI primavera - estate 2017

Vi siete mai chiesti cosa accade prima che un ospite arrivi in Puglia? Ve lo sveliamo in questo video!  Spot promozionale per far conoscere a tutti i valori di una comunità intera che si impegna quotidianamente per custodire la bellezza del territorio, nel solco della sostenibilità.

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA 2017

Sabato 25 e domenica 26 marzo 2017 torna, anche nell'Altosalento, la storica manifestazione del FAI, una grande festa dedicata ai beni culturali, un’occasione unica per scoprire luoghi belli solitamente chiusi al pubblico.

- La Chiesa di Santa Lucia o della Santissima Trinità a Brindisi. Eretta nel XIII secolo, è un tipico esempio di architettura romanica con aperture già al linguaggio gotico. Di grande interesse è la cripta, divisa in tre piccole navate da 4 colonne con capitelli d’ordine corinzio.
- La settecentesca Chiesa di San Sebastiano a Francavilla Fontana realizzata dai Padri delle Scuole Pie (o Scolopi), giunti per dare istruzione ai giovani e assistenza ai moribondi del centro abitato. Pregevoli sono la cupola maiolicata e gli splendidi altari barocchi, con colonne tortili da cui pendono angeli, fiori ed animali che si intrecciano ad una fantasia di merletti, intricati e perfetti nei minuti particolari. Nello stesso complesso in cui fa parte la chiesa, si trova l'ex Real Collegio Ferdinandeo.
- La Chiesa della Madonna delle Grazie è una delle nove chiese intorno a Francavilla Fontana intitolate a Maria. Costruita nel XVII, la Chiesa presenta una particolarissima forma ottagonale.
- La Chiesa di San Pietro della Masseria Ottava Grande (Montalbano di Fasano) fu costruita intorno al 1200. L’esterno presenta una facciata romanica, mentre lo spazio interno si divide in tre navate, di cui quella centrale, coperta da tre cupole in asse e da una volta a crociera, e le due laterali da volte a crociera.
- Palazzo Pignatelli a Grottaglie è un edificio risalente al 1600, di stile barocco, situato nel centro storico della "città delle ceramiche". Come uno scrigno conserva affreschi, maioliche, arredi rococò e liberty e uno scenografico giardino.
- La Chiesa di Cristo alla Grotta di Martina Franca viene costruita nel XVII secolo su una grotta già esistente è dedicata al Cristo, forse in origine era un antico eremitaggio trasformato in luogo sacro successivamente.
- La Chiesa dello Spirito Santo di Martina Franca anticamente una cappella rupestre, fu ricostruita nel 1598. Il luogo sacro è molto antico, forse preesistente alla fondazione di Martina.

 

99 BORGHI RACCONTO DI PUGLIA   Domenica 2 aprile 2017, alle ore 10.00 e alle ore 17.00

Inizianiva turistica/culturale, con visite guidate gratuite, per rafforzare la conoscenza, la promozione e la fruizione turistica del patrimonio culturale diffuso su tutto il territorio regionale, invitando a riscoprire angoli, vicoli e luoghi della Puglia.

ALBEROBELLO:  Piazzale Indipendenza (punto di incontro), Rioni a trulli e Chiesa di Sant'Antonio
BRINDISI: Giardinetti Vittorio Emanuele II (punto di incontro), Colonne Romane, Monumento al Marinaio D’Italia, Cattedrale, Palazzo Granafei, Chiesa San Giovanni Sepolcro , Palazzo del Seminario, Portico de Cateniano, Loggia del Balsamo
CAROVIGNO: Borgo antico e Castello (punto di incontro).
CEGLIE MESSAPICA: Museo di Archeologia e di Arte Contemporanea (punto di incontro), Castello Ducale, Biblioteca, Pinacoteca Emilio Notte, Chiesa matrice, Centro storico messapico/medievale
FASANO: Piazza Ciaia (punto di incontro), Museo Casa alla fasanese, Sala affrescata dei Portici delle Teresiane, centro storico

GROTTAGLIE: Castello Episcopio (punto di incontro), San Francesco de Geronimo , Cappellone di San Ciro presso la Chiesa Matrice, Bottega Vestita
LATIANO: Palazzo Imperiali (punto di incontro) e Torre del Solise.
LOCOROTONDO: punto di incontro Piazza Mitrano per visitare Chiesa Madre, San Giorgio, Palazzo Morelli , Chiesa della Madonna della Greca
ORIA: Piazza Manfredi e Sedile (punto di incontro), Cattedrale,Centro storico, Parco Montalbano, Necropoli Piazza Lorch
OSTUNI:  Chiesa del Carmine (punto di incontro), Centro storico
MARTINA FRANCA: Palazzo Ducale (punto di incontro) e Basilica di San Martino
MESAGNE: in mattinata alle 10 Castello; nel pomeriggio alle 17,00 piazza Vittorio Emanuele (punto di incontro), Castello esterno, Piazza Orsini del Balzo, Chiesa di Sant’Anna, Parco Archeologico Urbano, Chiesa Madre,Vicoli e piazzette.

VILLA CASTELLI: Palazzo Ducale (punto di incontro) e centro storico

 

 

DOMENICA AI MUSEI

Domenica 2 Aprile 2017 - Ogni prima domenica del mese ingresso gratuito in tutti i luoghi della cultura statali.

BRINDISI - AREA ARCHEOLOGICA S. PIETRO DEGLI SCHIAVONI - Sita nel centro della città è attualmente conservata al di sotto del Teatro Comunale G. Verdi e rappresenta un quartiere della città romana attraversato da una strada basolata con resti di domus con pavimenti a mosaico e di impianto termale con i resti dei quartieri abitativi, dell’impianto stradale e termale (fine I sec. a.C. – età tardo antica).

FASANO/EGNAZIA - MUSEO NAZIONALE e PARCO ARCHEOLOGICO DI EGNAZIA "GIUSEPPE ANDREASSI" - Il Museo di Egnazia ripercorre i trenta secoli di storia dell’importante insediamento dell’età del bronzo e della città messapica e romana attraverso l’eccezionale ricchezza dei reperti esposti e l’apparato illustrativo di particolare suggestione.
Nel Parco Archeologico di Egnazia del periodo messapico restano le poderose mura di difesa e le necropoli, con tombe a fossa, a semicamera e monumentali tombe a camera. Della città romana si possono ammirare i resti della Via Traiana, della Basilica Civile, del Sacello delle divinità orientali, della piazza porticata, del criptoportico e delle terme. Tra gli edifici di culto cristiano, sorti tra il IV ed il VI sec. d.C. si segnalano la Basilica Episcopale con il battistero e la Basilica Meridionale, originariamente pavimentate con mosaici.

     Non molto lontano dall'Altosalento…

BARI - CASTELLO SVEVO - Il Castello di Bari, storicamente attribuito a Ruggero il Normanno, è stato eretto nel 1131; ma si deve a Federico II di Svevia negli anni compresi tra il 1233 ed il 1240 il recupero del castello. Nel '500 per opera degli Aragonesi fu costruita la cinta bastionata e sistemato il cortile centrale, con la scalinata a doppia rampa.
BARI - PALAZZO SIMI nel centro storico di Bari, è una casa palatiata di epoca rinascimentale che suggella una fitta e serrata stratificazione archeologica sia verticale che orizzontale.

LECCE - FRANTOI IPOGEI DI PALAZZO GRANAFEI - Il frantoio oleario, ubicato sotto il palazzo Granafei, rappresenta un esempio significativo dei settecenteschi stabilimenti di produzione dell'olio. E' attrezzato di presse olearie, di una macina del secolo XVII e di altri attrezzi adatti alla lavorazione delle olive.

MATERA - MUSEO NAZIONALE "DOMENICO RIDOLA"  presenta le importanti testimonianze archeologiche rinvenute nel comprensorio di Matera.
MATERA -
MUSEO NAZIONALE D'ARTE MEDIEVALE E MODERNA DELLA BASILICATA ha sede in Palazzo Lanfranchi a ridosso del Sasso Caveoso. Il percorso espositivo del Museo si articola in tre sezioni: Arte Sacra, Collezionismo e Arte Contemporanea.

METAPONTO (MT) - MUSEO ARCHEOLOGICO, PARCO ARCHEOLOGICO e TEMPIO DELLE TAVOLE PALATINE - Il Museo presenta la ricostruzione del quadro archeologico del territorio metapontino, dalla Preistoria sino al periodo tardo antico. L'area archeologica ospita i monumentali resti della città di Metapontum, fondata dagli Achei durante la seconda metà del VII sec. a.C. I resti del tempio sono composti da 15 colonne con 20 scanalature e capitelli di ordine dorico.

POLICORO (MT) - PARCO ARCHEOLOGICO DI HERACLEA E MUSEO NAZIONALE DELLA SIRITIDE - L'area archeologica comprende l’acropoli della città di Herakleia, fondata nel 433/32 a.C e le aree sacre dedicate al culto di Dioniso e di Demetra. Il Museo presentata alcuni dei rinvenimenti più significativi relativi alle due città greche di Siris e di Herakleia e ai centri indigeni dell'entroterra.

TARANTO - MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE - Il museo, tra i più importanti d’Italia, conserva una delle più grandi collezioni di manufatti dell'epoca della Magna Grecia tra cui i famosi “Ori di Taranto” . Il percorso espositivo, illustra la storia di Taranto e del suo territorio dalla Preistoria all’Alto Medioevo; Taranto l’antica Taras fondata dagli Spartani, fu una delle più antiche e importanti colonie della Magna Grecia
TARANTO - MUSEO ETNOGRAFICO "ALFREDO MAJORANO” accoglie al suo interno importanti testimonianze del fenomeno del tarantismo e reperti legati al mare, alla terra, agli antichi lavori, oggetti attestanti il mondo ludico di un tempo unitamente a manufatti di devozione religiosa.

 

DOMENICA DELLE PALME

La Domenica delle Palme (9 aprile 2017) di prima mattina o il giorno prima i nostri contadini si recano negli uliveti per raccogliere rametti di ulivo che, il sacerdote benedice in solenni celebrazioni spesso all'aperto per accogliere le immense folle di fedeli.

 

PASSIONE DI CRISTO A ORIA - Domenica 9 Aprile 2017 dalle ore 19,30 nello scenario naturale dell’Ist. dei PP. Rogazionisti la Passione di Cristo, dall’Ultima Cena alla Resurrezione. 

Alla rappresentazione partecipano circa duecento personaggi con suggestive coreografie come la cattura di Barabba curata dalla Compagnia d’Arme “Milites Friderici II” di Oria, che metteranno in scena lo scontro tra il movimento rivoluzionario degli Zeloti, contrari all’occupazione romana, e i legionari romani che ai tempi di Gesù occupavano la Palestina. Tutto ciò è anticipato con l’ingresso trionfale di Pilato e Claudia Procla in Gerusalemme trasportati, uno su di una biga romana e l’altra da un carro imperiale in un corteo composto da legionari romani che li accompagna.

 

PASSIONE A OSTUNI - Domenica 9 Aprile 2017 dalle ore 20,00

La Città bianca è un teatro a cielo aperto perfetto per la ricostruzione delle ultime ore di Gesù Cristo. 'Passione' è un richiamo allo spirito di comunità, con cento fra attori, comparse e figuranti.

La 'Passione'  prenderà vita  nel Chiostro di Palazzo di Città con le scene iniziali del Cristo accolto da una folla festante in Gerusalemme e con il susseguirsi degli accadimenti delle ultime ore della vita di Gesù, il suo sguardo incrocerà donne e uomini dai volti conosciuti: Pilato, Giuda, Caifa, Pietro, Maddalena e altri ancora. Successivamente, prenderà le mosse la via crucis nel centro storico e in particolar modo in Via Bixio Continelli, con altri e nuovi personaggi. Infine, l’appuntamento al golgota ostunese: viale Oronzo Quaranta, all’altezza dell’abside di San Giacomo in Compostela. Lì la scena finale del Calvario, luogo del cranio, per la crocifissione.

 

GIOVEDI' SANTO "I SEPOLCRI" e VENERDI' SANTO "PROCESSIONE DEI MISTERI"

Nei nostri paesi la sera del Giovedì Santo (13 Aprile 2017) è dedicata alla visita ai "Sepolcri" allestiti in tutte le chiese cittadine che restano aperte sino a tarda notte. Gli altari vengono riccamente addobbati con lampade, ceri, fiori, germogli, piante e simboli eucaristici in memoria del Sepolcro di Gesù. La tradizione vuole che i Sepolcri vengano visitati sempre in numero dispari.

La processione dei Misteri del Venerdì Santo (14 Aprile 2017), con antiche statue seicentesche e settecentesche raffiguranti i vari momenti della Passione, rappresenta il momento culminate della Settimana Santa.

 

I RITI DELLA SETTIMANA SANTA A FRANCAVILLA

La settimana santa è sentita e vissuta in ogni nostra cittadina, ma assume forme di particolare religiosità e commozione a Francavilla Fontana.

7 aprile ore 19.00 Processione “Ad tenebras”
9 aprile ore 9.00 Processione della Croce
13 aprile ore 18.00 Tradizionale pellegrinaggio dei ''Pappamusci''
14 aprile ore 19.00 Processione dei Misteri
16 aprile ore 18.00 Processione di Cristo Risorto


Giovedì Santo (
13 aprile 2017) visita ai "Sepolcri" dei "Pappamusci" penitenti incappucciati e scalzi; il Venerdi' Santo (14 aprile 2017), processione dei Misteri con i penitenti che trascinano pesanti e gigantesche croci ("i pappamusci cu lli trai").

* Dalla chiesa del Carmine di Francavilla, subito dopo la messa solenne vespertina del Giovedì Santo, escono a coppie i "Pappamusci", i confratelli che vestiti con un saio bianco, incappucciati, scalzi e con un bastone si recano a passo lento nelle chiese di Francavilla ad adorare Cristo Eucarestia deposto negli altari della Reposizione (i "Sepolcri"). Quando le coppie di pellegrini si incrociano per strada o quando devono darsi il cambio inginocchiati davanti al Santissimo, si salutano battendo il bastone per terra e ponendosi di fronte gli uni agli altri simulano un abbraccio portandosi con forza le braccia al petto. Al loro passaggio in piazza Umberto (la piazza centrale di Francavilla) due musicanti suonano una nenia funebre per ricordare la penitenza e il dolore di questo giorno. I "Pappamusci" vivono un atto di fede, rinnovano un voto da adempiere negli anni.

 

I RITI DELLA SETTIMANA SANTA A TARANTO

Nella vicina città bimare, cullata dalle acque dello Ionio (Mar Grande e Mar Piccolo), i riti della Settimana Santa sono un evento religioso che, come nella città spagnola di Siviglia, appassiona e commuove molti turisti che appositamente programmano un viaggio per un'esperienza sicuramente indimenticabile.

Dal pomeriggio del Giovedì Santo (
13 aprile 2017) pellegrinaggio dei Confratelli del Carmine, incappucciati e scalzi (le Perdune), alle chiese dove sono allestiti i "Sepolcri".

Alla mezzanotte tra il Giovedì e il Venerdì Santo, la statua dell'Addolorata è portata in processione partendo dalla Chiesa di San Domenico nella città vecchia e raggiunge alle prime luci dell'alba la città nuova; termina dopo 14 ore.

Il Venerdì Santo (
14 aprile 2017) anche la processione dei Misteri percorre il centro della città per 14 ore dalle 17,00, per rientrare alla Chiesa del Carmine la mattina del Sabato Santo alle 7,00 con il "troccolante" che bussa al portone della Chiesa.

Caratteristica delle processioni della Settimana Santa a Taranto è l'andatura lentissima e ondeggiante (nazzicata) accompagnata dalle marce funebri. I confratelli indossano particolari abiti di rito con il cappuccio.

 

I RITI DELLA SETTIMANA SANTA A GROTTAGLIE

Il Giovedì Santo (13 aprile 2017) allestimento del "Sepulchrum Domini" nelle principali chiese della "Città delle Ceramiche" che vengono “visitate” a piedi nudi e con un caratteristico cerimoniale dai confratelli incappucciati del Carmine, noti col nome di “Bbubbli Bbubbli”.

* Affini ai "perdune" di Taranto i "Bbubbli Bbubbli alla scazata" compiono il Giovedì Santo pomeriggio (subito dopo la "Missa in Coena Domini" nella chiesa del Carmine) ed il Venerdì Santo mattina il pellegrinaggio ai Sepolcri delle chiese di Grottaglie scalzi e incappucciati. Il nome “Bbubbli Bbubbli” ha varie ipotesi di origine: secondo alcuni deriva dal latino "tintinnabulum", ovvero il campanello col quale questuavano il grano nelle campagne a tempo di mietitura per farne ostie; secondo altri è un termine onomatopeico ad indicare il mormorio di preghiere che questi confratelli, alcuni molto giovani, fanno sotto il cappuccio.

 

LA PASSIONE VIVENTE AD ALBEROBELLO - 40° edizione - Venerdì 14 Aprile 2017 alle ore 21,00 Piazzale Indipendenza, fra i trulli del Rione Monti e del Rione Aia Piccola.

Ulivi, vicoli e viuzze anguste, chiancole taglienti, nitriti di cavalli, sibili di fruste, bagliori di torce; questo lo straordinario sfondo nella città dei trulli per ridare voce alle parole dei Vangeli.

 

NELL'ALTOSALENTO MONUMENTI E MUSEI APERTI A PASQUA E PASQUETTA 

Parco archeologico di Egnazia (domenica e lunedì dalle 8,30 alle 18,30, info 080.482.97.42), a Brindisi ingresso gratuito al Museo Ribezzo (lunedì dalle 14 alle 19, info 0831.56.55.01) e a Mesagne visita al castello e al museo domenica e lunedì alle 17 (info 0831.73.88.98).  Ad Ostuni Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale e il Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano aperti al pubblico dalle ore 10 alle ore 13 e nel pomeriggio dalle ore 17 alle ore 20.

 

PASQUETTA A OSTUNI

Il giorno di Pasquetta lunedì 17 aprile all’insegna della buona musica e dei mercatini “Zagaredde”. Le vie del centro storico, dalle 11.30 alle 20,00 saranno animate dalla musica dal vivo che rallegrerà uno dei giorni di festa più attesi e amati dell’anno.

 

FESTA PATRONALE E BATTITURA DELLA NZEGNA a Carovigno, in onore della Madonna di Belvedere

Riproposizione della tradizionale Battitura della "Nzegna" in Largo Machiavelli il Lunedì di Pasquetta alle ore11.00, in Piazza Nzegna il Martedì 18 alle ore 11.00 e davanti al Santuario del Belvedere il Sabato dopo Pasqua sempre alle ore 11.00. Lo sbandieramento della "Nzegna", bandiera multicolore che viene fatta roteare nell'aria, rappresenta un modo antico e originale di dimostrare la propria devozione alla Vergine protettrice della città.

Martedì processione per le vie della città dalle 19,30 e fuochi pirotecnici.  Le sere di Domenica di Pasqua, Lunedì di Pasquetta e Sabato dopo Pasqua spettacoli degli sbandieratori di Carovigno; Martedì concerti bandistici.

 

LA RESISTENZA DEL VINILE - Domenica 23 aprile a San Vito dei Normanni presso l’ex Chiostro dei Domenicani  dalle ore 9,00 alla sera

Mostra mercato dedicata allo scambio e all’acquisto di vinili, giradischi, riviste, libri e poster. La manifestazione è arricchita con presentazioni di libri, reading musicali e artwork, e, per immergersi nell’era d’oro del vinile, sarà possibile ammirare acconciature d'epoca e abbigliamento vintage.

 

TOUR GUIDATO ITINERARIO RELIGIOSO – Sabato 6 maggio tour gratuito con Itinerario Religioso che prevede la visita guidata di importanti punti di interesse e luoghi di culto delle Città di Latiano e di Mesagne.

Il servizio di bus navetta partirà da Mesagne alle ore 9:00, in Piazza Vittorio Emanuele (Porta Grande), e condurrà i visitatori a Latiano al Santuario della Madonna di Cotrino, noto per la presenza di un’effige della Vergine Maria e per la leggenda legata al suo ritrovamento, e l’annesso monastero del monaci cistercensi. Il tour proseguirà spostandosi nel centro del paese visitando la casa natale del Beato Bartolo Longo, fondatore della nuova Pompei. Lasciata la Città di Latiano il tour continuerà a Mesagne arrivando ai piedi della Basilica della Madonna del Carmine sorta nel 1305 sul precedente santuario ipogeo dedicato a San Michele Arcangelo; la visita proseguirà nel centro storico dove si potrà ammirare la splendida facciata barocca della Collegiata i cui rifacimenti sono risalenti al 1650 e al 1776, di lato si raggiungerà la bellissima Piazza Orsini del Balzo dove troneggia la Chiesa di Sant’Anna, altro splendido esempio di architettura barocca ultimata nel 1699. Info e prenotazione 0831.727871 – 366.2264803

 

VISITE AL MUSEO DI ARTE SACRA DI MESAGNE - 25, 30 aprile e 1° maggio dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 17,00 alle 20,00

Il museo è collocato presso l’ex palazzo Cavaliere in Piazza Orsini del Balzo nel centro storico di Mesagne.  Il complesso museale custodisce una preziosa raccolta di opere d’arte, suppellettili di grande interesse storico, arredi sacri, oltre ai documenti dell’archivio capitolare. Durante il percorso si possono ammirare dipinti, statue, argenti, paramenti liturgici, testi antichi.

 

VISITA GRATUITA SITI CULTURALI E STORICI A ORIA  25, 30 aprile e 1° maggio

Parco Montalbano - Scavi Archeologici Piazza Lorch - Museo Archeologico di Oria e dei Messapi
Visite guidate gratuite  con partenza da Palazzo Sedile, sito in Piazza Manfredi, a partire dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00.

 

BRACI E ABBRACCI - 25, 30 aprile e 1° maggio a Locorotondo nello stadio comunale

La nobile attività del barbecue ovvero della grigliata di carne cotta su braci, è universalmente riconosciuta come un’arte mentre per molti si tratta di autentica scienza. L'evento punta alla valorizzazione di un aspetto, la tradizione eno-gastronomica della nostra terra che ha assunto un ruolo di volano turistico indissolubile dalle bellezze eco-ambientali.

 

1° MAGGIO A TORRE GUACETO 

 TRA LA TORRE E IL MARE
 … dritti al cuore del Parco, fino all'antica Torre. Un'escursione guidata con la quale sarà possibile ascoltare racconti di uomini e foglie che nel corso dei secoli si sono alternati alla guida di questo pezzo di paradiso.
 ESCURSIONE IN BICI
 … Con il vento fra i capelli, sarà possibile fare un percorso in bicicletta che raggiungerà gli stagni più nascosti dove, nel silenzio del canneto, si potranno osservare i migratori che riprendono forza per il prossimo viaggio.
 LABORATORI PER BAMBINI
 … divertenti laboratori in natura che uniscono l’educazione ambientale con il divertimento: foglie, sabbia, carta e pensieri per creare un ricordo unico di una giornata speciale, utilizzando i doni del mare e del bosco insieme a tanta fantasia!
 RACCONTI AL CENTRO VISITE
 … dall’archeologia alle tradizioni passando per la macchia ed i fondali marini… una visita guidata al centro Gaw Sit è un modo nuovo per conoscere la Riserva attraverso ricostruzioni e sale multimediali, fino ad arrivare agli acquari mediterranei!
 Info e prenotazioni 9277579; info@cooperativathalassia.it
 PIC NIC ALL’OMBRA DEI LECCI
 … l’area picnic di Serranova è a disposizione di tutti coloro che vogliano passare un pranzo a sacco all’aria aperta, con la possibilità di accedere all’orto botanico o stendersi al sole nei prati erbosi del centro visite.

 

DOMENICA AI MUSEI

Domenica 7 maggio 2017 - Ogni prima domenica del mese ingresso gratuito in tutti i luoghi della cultura statali.

BRINDISI - AREA ARCHEOLOGICA S. PIETRO DEGLI SCHIAVONI - Sita nel centro della città è attualmente conservata al di sotto del Teatro Comunale G. Verdi e rappresenta un quartiere della città romana attraversato da una strada basolata con resti di domus con pavimenti a mosaico e di impianto termale con i resti dei quartieri abitativi, dell’impianto stradale e termale (fine I sec. a.C. – età tardo antica).

FASANO/EGNAZIA - MUSEO NAZIONALE e PARCO ARCHEOLOGICO DI EGNAZIA "GIUSEPPE ANDREASSI" - Il Museo di Egnazia ripercorre i trenta secoli di storia dell’importante insediamento dell’età del bronzo e della città messapica e romana attraverso l’eccezionale ricchezza dei reperti esposti e l’apparato illustrativo di particolare suggestione. 
Nel Parco Archeologico di Egnazia del periodo messapico restano le poderose mura di difesa e le necropoli, con tombe a fossa, a semicamera e monumentali tombe a camera. Della città romana si possono ammirare i resti della Via Traiana, della Basilica Civile, del Sacello delle divinità orientali, della piazza porticata, del criptoportico e delle terme. Tra gli edifici di culto cristiano, sorti tra il IV ed il VI sec. d.C. si segnalano la Basilica Episcopale con il battistero e la Basilica Meridionale, originariamente pavimentate con mosaici.

     Non molto lontano dall'Altosalento…

BARI - CASTELLO SVEVO - Il Castello di Bari, storicamente attribuito a Ruggero il Normanno, è stato eretto nel 1131; ma si deve a Federico II di Svevia negli anni compresi tra il 1233 ed il 1240 il recupero del castello. Nel '500 per opera degli Aragonesi fu costruita la cinta bastionata e sistemato il cortile centrale, con la scalinata a doppia rampa. 
BARI - PALAZZO SIMI nel centro storico di Bari, è una casa palatiata di epoca rinascimentale che suggella una fitta e serrata stratificazione archeologica sia verticale che orizzontale.

LECCE - FRANTOI IPOGEI DI PALAZZO GRANAFEI - Il frantoio oleario, ubicato sotto il palazzo Granafei, rappresenta un esempio significativo dei settecenteschi stabilimenti di produzione dell'olio. E' attrezzato di presse olearie, di una macina del secolo XVII e di altri attrezzi adatti alla lavorazione delle olive.

MATERA - MUSEO NAZIONALE "DOMENICO RIDOLA"  presenta le importanti testimonianze archeologiche rinvenute nel comprensorio di Matera. 
MATERA - 
MUSEO NAZIONALE D'ARTE MEDIEVALE E MODERNA DELLA BASILICATA ha sede in Palazzo Lanfranchi a ridosso del Sasso Caveoso. Il percorso espositivo del Museo si articola in tre sezioni: Arte Sacra, Collezionismo e Arte Contemporanea.

METAPONTO (MT) - MUSEO ARCHEOLOGICO, PARCO ARCHEOLOGICO e TEMPIO DELLE TAVOLE PALATINE - Il Museo presenta la ricostruzione del quadro archeologico del territorio metapontino, dalla Preistoria sino al periodo tardo antico. L'area archeologica ospita i monumentali resti della città di Metapontum, fondata dagli Achei durante la seconda metà del VII sec. a.C. I resti del tempio sono composti da 15 colonne con 20 scanalature e capitelli di ordine dorico.

POLICORO (MT) - PARCO ARCHEOLOGICO DI HERACLEA E MUSEO NAZIONALE DELLA SIRITIDE - L'area archeologica comprende l’acropoli della città di Herakleia, fondata nel 433/32 a.C e le aree sacre dedicate al culto di Dioniso e di Demetra. Il Museo presentata alcuni dei rinvenimenti più significativi relativi alle due città greche di Siris e di Herakleia e ai centri indigeni dell'entroterra.

TARANTO - MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE - Il museo, tra i più importanti d’Italia, conserva una delle più grandi collezioni di manufatti dell'epoca della Magna Grecia tra cui i famosi “Ori di Taranto” . Il percorso espositivo, illustra la storia di Taranto e del suo territorio dalla Preistoria all’Alto Medioevo; Taranto l’antica Taras fondata dagli Spartani, fu una delle più antiche e importanti colonie della Magna Grecia
TARANTO - MUSEO ETNOGRAFICO "ALFREDO MAJORANO” accoglie al suo interno importanti testimonianze del fenomeno del tarantismo e reperti legati al mare, alla terra, agli antichi lavori, oggetti attestanti il mondo ludico di un tempo unitamente a manufatti di devozione religiosa.

 

GIRO D'ITALIA 2017 IN VALLE D'ITRIA - CASTROVILLARI ALBEROBELLO (Valle d'Itria) 

Venerdì 12 Maggio 2017 settima tappa del  100° Giro Ciclistico D'Italia, dal versante calabrese del Pollino ai trulli della Valle d'Itria, da Castrovillari ad Alberobello per 224 chilometri (una delle tappe più lunghe del giro)

Da Castrovillari (CS) i ciclisti scendono lungo i piedi del massiccio del Pollino in direzione dello Jonio e percorrono la costa che, dalla Calabria lungo la Basilicata, conduce in Puglia. Lasciata la statale 106 Jonica, la carovana sale sulle Murge da Massafra (GPM al Bosco Pianelle), per portarsi a Martina Franca e da qui immergersi nella Valle dei Trulli, puntando su Ceglie Messapica e quindi dirigersi a Cisternino e Locorotondo raggiungendo il traguardo di Alberobello posizionato nella zona monumentale dei trulli fra i caratteristici rioni Monti e Aia Piccola

Dopo la discesa iniziale la tappa  è pianeggiante per 120 km,  ma l'ultima parte della gara (nella nostra Valle d'Itria) è molto impegnativa con saliscendi e attraversamenti cittadini con svolte consecutive e parziali restringimenti della carreggiata.   Due i traguardi volanti: al km 138,7 di Massafra e al km 167,7 di Martina Franca (Corso Italia); un Gran Premio della Montagna a Bosco Pianelle (quota 457 mt) al km 154,1.  

L'appuntamento televisivo, con la settima tappa del Giro d’Italia 2017, è in diretta su Rai 2 e Rai Sport  per ammirare anche il panorama dei trulli e delle verdi colline dell'Altosalento. Vedi Telecronaca Rai della tappa

Orari e percorso nelle cittadine della Valle d’Itria (il passaggio dei ciclisti sarà preceduto di un'ora circa dalla carovana pubblicitaria del Giro).
MARTINA FRANCA ore 15,44: Via Massafra, Via Giuseppe Guglielmi, Cavalcavia ferrovia, Viale Stazione, Viale dei Lecci, via Taranto, Piazza Guglielmo Marconi, Corso Italia, Corso Messapia, via Ceglie.
CEGLIE MESSAPICA ore 16,04: via Martina, via Petracca, Piazza De Gasperi, via Matteotti, via Crispi, via Sant’Aurelia (ex Circonvallazione Sud Est), via Ostuni, via Cisternino.
CISTERNINO ore 16,28: via Ceglie, via Cirillo, Via Roma, via Locorotondo.
LOCOROTONDO ore 16,41: via Cisternino, piazza Marconi, via Sant’Elia, rotatoria Circonvallazione “Madonna di Lourdes”, via Alberobello.
ALBEROBELLO ore 16,58: via Locorotondo, via M.te Viterbo, via 7 Liberatori della Selva (Circonvallazione), via Capecelatro, via A. Manzoni, via C. Battisti, C.so Trento e Trieste, via Vittime del Fascismo, via Cavour, via A. Segni, via Indipendenza, TRAGUARDO in Largo Martellotta.

Reportage Maggio dall'Altosalento: Tra torri e grotte meraviglie dell'Alto Salento -  Alto Salento, viaggio fra le eccellenze della Puglia - Telecronaca Rai 7° tappa del Giro d'Italia Castrovillari-Alberobello (Valle d'Itria)

 

* CEGLIE MESSAPICA FRA I DIECI BORGHI  PIU'  BELLI D'EUROPA - Maggio 2017, il sito guidemarcopolo.it ha inserito Ceglie Messapica nella top 10 dei Borghi d’Europa.

Il logorio della vita quotidiana nelle grandi città vi ha stancati? Ritrovate armonia e pace in questi 10 antichi borghi in giro per l’Europa.

Nell’ordinato paesaggio rurale delle Murge, a 20 km da Martina Franca, Ceglie seduce i viaggiatori, soprattutto gli appassionati di storia, perché sorge sui resti di un insediamento dell’antico popolo dei Messapi. Ma ce n’è anche per i golosi, che non si faranno mancare le specialità a base di agnello e capretto!

 

* BANDIERE BLU 2017 -  Maggio 2017 vessilli blu riconfermati per le nostre marine: Carovigno, Ostuni e Fasano, Quest’anno una new entry, il prestigioso riconoscimento va anche all’approdo di Marina di Brindisi.

 

INVITO A PALAZZO ogni sabato mattina sino a maggio, visite guidate per scolaresche e gruppi organizzati al Palazzo Imperiali di Latiano

La struttura, un ex castello poi divenuto residenza signorile, è oggi un contenitore culturale sede della Biblioteca Civica G. De Nitto, della Mediateca e di diverse sale espositive. Qui i visitatori potranno immergersi nella storia e nell’arte ammirando le tele della Quadreria Imperiali, costituita da una collezione di 15 opere risalenti al XVII-XVIII secolo; sarà inoltre possibile ammirare gli affreschi del salone di rappresentanza realizzati dal pittore Agesilao Flora nel 1928 e la collezione archeologica Marseglia, collezione privata di reperti archeologici donata alla Città di Latiano. Per info e prenotazioni: 0831.727871(Ufficio Iat Latiano).

INVITO A PALAZZO DI SERA. Gli appuntamenti sono dedicati agli adulti che vorranno conoscere la residenza signorile e la storia della biblioteca che, dall’anno 2005, occupa una parte del pian terreno e del piano nobile della struttura. Le visite si terranno alle ore 18.00 di mercoledì 10, di martedì 16, di sabato 27 maggio e di venerdì 9 giugno in concomitanza con gli incontri de Il Maggio dei libri e in occasione dei 40 anni dall’istituzione delle Biblioteca Civica “De Nitto”. Luogo di incontro: Piazza Umberto I, nei pressi dell’ingresso del Palazzo. Ingresso libero, info: 0831.727871 – 366.2264803.

 

REGATA BRINDISI CORFU' 7 - 9 giugno 2017

La Brindisi-Corfù, è valevole come prova per il Campionato italiano di vela d’altura ed ha un percorso di 109 miglia.  Oltre 100 sono le imbarcazioni: la “Regata Internazionale Brindisi – Corfu” viene annoverata fra le più importanti regate del Mediterraneo ed è considerata la più celebre regata d’altura dell’Adriatico, sia per numero di partecipanti sia per difficoltà tecniche. 

Partenza delle imbarcazioni il 7 giugno alle ore 12.00 dallo specchio d’acqua antistante la diga di Punta Riso a Brindisi.

 

CICLISMO - CAMPIONATO ITALIANO DILETTANTI 2017 A CEGLIE MESSAPICA - COPPA MESSAPICA GIRO DELLA VALLE D'ITRIA

La Coppa Messapica (storica gara ciclistica del Sud Italia) assegnerà la maglia di:
- Campione Italiano 2017 Under 23, sabato 24 giugno 2017;
- Campione Italiano 2017 Élite, domenica 25 giugno 2017.

Coppa Messapica e Campionato Italiano Elite ed Under 23: un binomio di alto livello per l'edizione 2017 della classica dilettantistica che proiettera' la cittadina pugliese al centro dell'attenzione del ciclismo nazionale  coniugando sport, spettacolo e promozione del territorio della Valle d'Itria.

La Coppa Messapica 2017 propone un tracciato in gran parte rinnovato con un tratto iniziale di 75 chilometri in senso anti-orario tra Ceglie Messapica, Ostuni, Speziale, Montalbano, la salita della Gravina e Cisternino, con il passaggio tra Martina Franca e Ceglie Messapica in un tratto di strada identico al percorso del Giro d’Italia professionisti (settima tappa da Castrovillari ad Alberobello il 12 maggio). Una volta ritornati a Ceglie Messapica, si percorre un anello di 25 chilometri da fare quattro volte con l’ascesa di 4 chilometri in contrada Galante per poi ripassare sotto il traguardo cittadino di Ceglie Messapica (Via San Rocco) posto in leggera salita. Tra i trulli, le masserie, gli oliveti secolari e le grotte carsiche, la Coppa Messapica-Giro della Valle d’Itria è pronta a fare bella mostra di sé e a tingere di tricolore un’edizione che rimarrà nella storia.

Under 23 vince Matteo Moschetti - Elite vince Gianluca Milani

 

FESTIVAL DEI GIOCHI - dal 28 giugno 2017 al 2 luglio a Ceglie Messapica

Il Festival dei giochi trasforma il centro storico di Ceglie nel paese dei balocchi accogliendo le comunità dei giochi di tutto il mondo: giochi tradizionali di strada ma anche di ultima generazione, mantenendo la dimensione comunitaria dell'esperienza ludica

- MERCOLEDI' 28 “Aspettando il Festival”
CASTELLO DUCALE h 19 “Presentazione del Progetto Papagna Experience-percorso ArtisticoTuristico – Centro Storico.
Una città “Invisibile” e un po’ folle raccontata con i linguaggi della Realtà Aumentata.
- GIOVEDI' 29 “La Cerimonia Inaugurale”
PER LE VIE DELLA CITTA’ h 19 Corteo del Piccolo Popolo animato da 500 bambini e 200 figuranti
PIAZZA PLEBISCITO h 21,30 Cerimonia Inaugurale
h 23,00 La cuccagna dei piccoli, ricoperta di cioccolata a cura de Les Folies
Pasticceria.
h 24,00 Danze Francesi
- VENERDI' 30 “La Città che Gioca” dalle h 17 alle h 20.00 In tutte le piazze del Centro Storico, nei Palazzi Storici, nelle Chiese e nel Castello Ducale saranno installati campi di gioco di tutti i tipi (Bocce, Tiro con l’arco, Gara dei Fischi, Rugby, La Stanza delle Favole, Giochi tradizionali, Laboratorio di Circo, Gara di Briscola e scopa, Torneo di FIFA PSP, Laboratori di danze popolari, letture per bambini, ecc, ecc, ecc.).
PIAZZA PLEBISCITO - h 21 La Partita della Salvezza, ispirata a Don Tonino Bello, Partita a calcetto dei Preti delle parrocchie cegliesi e le Suore di Villa Aurora.
LARGO OGNISSANTI  h 22,30 La Cuccagna dei Maggiori - h 23.30 “Caora Dhubh” in concerto – Musiche Irlandesi - h 00.30 “Danze Francesi e danze Africane”
- SABATO 1 “La Città che Gioca” dalle h 17 alle h 20.30
In tutte le piazze del Centro Storico, nei Palazzi Storici, nelle Chiese e nel Castello Ducale saranno installati campi di gioco di tutti i tipi (Bocce, Tiro con l’arco, Gara dei Fischi, Big-Biglie, Rugby, La Stanza delle Favole, Giochi tradizionali, Gara di Briscola e scopa, Torneo di FIFA PSP, Laboratori di danze popolari, libri animati, ecc, ecc, ecc.).
CORSO GARIBALDI  h 21.00 Il Grande Tiro alla Fune
LARGO OGNISSANTI  h 22.00 DeepFood – (Un piatto realizzato e offerto al pubblico dalle donne somale di Villa Aurora) - 22.30 “La Battaglia dei Cuscini” - h 23 “Jant Africa” in concerto - Musiche Africane -
h 24.30 Danze Africane e Francesi
- DOMENICA 2 “Il Gran Finale”
LARGO MONTERRONE h 17.00 Il biliardone Umano (un calcio balilla fatto di persone vere!)
PIAZZA SANT’ANTONIO h 18.00 Il Volo degli Aquiloni
Partita di Cricket
CIRCUITO MUNICIPALE h19,00 “Gran Premio dei Carrettoni” h21.00 “Il Ballo della scopa” un vecchio Gioco di coppia. Chi rimane con la scopa in mano, paga un pegno.
H 21.30 “Finale di Dama-Sushi”- Chi mangia… mangia!
LARGO OGNISSANTI h 22.00 “La Cuccagna dei Maggiori” Finali
h 23 “Skaddìa” in concerto con i musicisti de “La Notte della Taranta”
h 24.00 Finale del Torneo di FIFA

 

IL BORGO CANTATO Festival della Musica tradizionale in Valle d'Itria - Sabato 1° luglio a Cisternino in Piazza Garibaldi (Porta Grande)

Alle ore 21.00 esibizione di suonatori e cantori della Valle d' Itria.
Alle ore 22.00 concerto del Canzoniere Jonico Salentino "Pizzicati int'allù Core", gruppo di spicco nel panorama della World Music italiana.
In chiusura "ronda" musicale con i suonatori e i danzatori presenti.
Dalle ore 19.00 nella Torre Civica esposizione di strumenti musicali artigianali. 

 

FESTA PATRONALE A SAN VITO DEI NORMANNI

7-8-9 Luglio 2017 festa in onore di San Vito

 

IL BORGO CANTATO - festival della musica tradizionale, domenica 16 luglio in piazza Garibaldi (Porta Grande) a Cisternino

Alle 21,00 concerto del gruppo Le Capère, tutto al femminile, con musiche e canti della Campania. Alle 22:30 si alternerà il gruppo “Beddu ci balla”, con musiche e canti della Murgia e del Salento.
La serata si concluderà con una ronda musicale dei suonatori e dei danzatori presenti.

A partire dalle 19:00 all’interno della Torre Civica verranno esposti strumenti di musica popolare e di artigiani costruttori.

 

60° CRONOSCALATA FASANO-SELVA - Domenica 16 luglio 2017 nel territorio comunale di Fasano.

La competizione automobilistica è valida per il Campionato Italiano Velocità Montagna. La gara si svolge in una location "atipica" per un Campionato Velocità "Montagna", con partenza quasi in pianura (110 metri) e un panorama mozzafiato sull'Adriatico. Prima parte estremamente veloce fino all'inversione con imbocco per la salita verso Selva di Fasano località turistica collinare posta aD una altitudine di 436 metri.

Le origini della gara risalgono al 1946, quando gli Automobile Club di Bari e Brindisi progettarono una nuova gara di velocità in salita, da disputarsi lungo i circa 6 chilometri di tornanti e veloci curvoni che dalla periferia di Fasano conducono in cima alla collina della Selva.

 

FESTA PATRONALE A MESAGNE

15-16-17 luglio festa in onore della Vergine Santissima del Carmine.  Lunedì 17 AUDIO 2 in concerto

 

BRINDISI WINE FEST 

Tre giorni dedicati alla scoperta delle migliori cantine pugliesi. La buona musica si mescola al buon vino, nella kermesse in programma a a Brindisi il 21, 22 e 23 luglio 2017.

 

FESTA PATRONALE A CEGLIE MESSAPICA

26-27 luglio 2017 festa in onore di Sant'Anna nel 300 anniversario.  Le Processioni del 26 e 27 luglio saranno accompagnate da una Rievocazione storica del Popolo cegliese e delle sue Autorità degli inizi del Settecento, epoca dell’istituzione della Processione di Sant’Anna. La Rievocazione storica sarà a cura delle Compagnie teatrali cegliesi.

* Sant'Anna non è ufficialmente la Patrona della città messapica ma è come se lo fosse, per la sentita devozione dei cegliesi che da secoli festeggiano i Santi Patroni Sant'Antonio, San Rocco e... Sant'Anna. 

 

GHIRONDA SUMMER FESTIVAL 2017 - centro storico di Ostuni sabato 29 e domenica 30 luglio, a partire dalle ore 19.30.

Arrivano da Inghilterra, Senegal, Argentina, Grecia, Spagna, Francia, Iran, Stati Uniti, Messico e Italia. Sono gli artisti della Rassegna di arte e cultura popolare dei cinque continenti del Ghironda Summer Festival 2017.

 

MAX GAZZE' IN CONCERTO

4 agosto 2017 a Ceglie in Piazza Plebiscito

 

FESTIVAL DELLA VALLE D'ITRIA 2017  dal 14 luglio al 4 agosto 2017 a Martina Franca

Primo appuntamento il 14 luglio con l’Orlando furioso di Vivaldi – dal capolavoro di Ludovico Ariosto, di cui si sta celebrando il mezzo millennio di storia – con un nuovissimo spettacolo realizzato in coproduzione con la Fenice di Venezia.

In ricordo dei 450 anni dalla nascita di Monteverdi, nella cornice del Chiostro di San Domenico, saranno eseguiti alcuni poetici Madrigali riuniti sotto il titolo Altri canti d’Amor, in scena il 15, 18, 22 luglio e il 1 agosto, mentre il 26 luglio nella Basilica di San Martino si terrà un Concerto per lo spirito con musiche d’ispirazione religiosa, da Porpora a Takemitsu, con Vincenzo Milletari sul podio dell’Orchestra della Magna Grecia di Taranto.

Immancabile, fra i musicisti meridionali di riferimento nella tradizione del festival, Niccolò Piccinni presente con Le donne vendicate, rappresentato dai giovani dell’Accademia del Belcanto il 16, 24 e 28 luglio in una delle bellissime case coloniche della zona.
Si torna a Palazzo Ducale per il verdiano Un giorno di regno ovvero Il finto Stanislao, atteso workshop della Accademia del Belcanto2017, mentre sarà il soprano Stefania Bonfadelli, docente dell’Accademia, la realizzatrice dello spettacolo, previsto il 19 e 30 luglio.

Il ciclo “Novecento e oltre” propone al Chiostro di San Domenico il capolavoro comico pucciniano Gianni Schicchi in un’edizione da camera, che vedrà protagonista Domenico Colaianni insieme agli artisti dell’Accademia, regia di Davide Garattini e Nikolas Nagele alla guida dell’Orchestra della Magna Grecia, il 23, 25 e 27 luglio.

Con Margherita d’Anjou di Meyerbeer – prima recita il 29 luglio, repliche il 2 e il 4 agosto – si arriva all’evento clou della rassegna. Il Direttore Musicale Fabio Luisi prosegue così il suo personale percorso nel cuore del festival e nel solco della sua tradizione attraverso l’approfondimento dell’“altro Ottocento”, tra Rossini e Verdi.

A completare il cartellone, il Concerto del belcanto, affidato a Diego Fasolis e a I Barocchisti (a Palazzo Ducale il 1 agosto), il popolare Concerto per lo spirito (nella Basilica di San Martino il 26 luglio), il Concerto sinfonico (3 agosto), e con i consueti appuntamenti di Fuori orario e del Premio Celletti, assegnato a un grande nome del belcantismo internazionale.

 

ERMAL META IN CONCERTO

5 agosto 2017 a Carovigno stadio comunale

 

DOMENICA AI MUSEI

Domenica 6 agosto 2017 - Ogni prima domenica del mese ingresso gratuito in tutti i luoghi della cultura statali.

BRINDISI - AREA ARCHEOLOGICA S. PIETRO DEGLI SCHIAVONI - Sita nel centro della città è attualmente conservata al di sotto del Teatro Comunale G. Verdi e rappresenta un quartiere della città romana attraversato da una strada basolata con resti di domus con pavimenti a mosaico e di impianto termale con i resti dei quartieri abitativi, dell’impianto stradale e termale (fine I sec. a.C. – età tardo antica).

FASANO/EGNAZIA - MUSEO NAZIONALE e PARCO ARCHEOLOGICO DI EGNAZIA "GIUSEPPE ANDREASSI" - Il Museo di Egnazia ripercorre i trenta secoli di storia dell’importante insediamento dell’età del bronzo e della città messapica e romana attraverso l’eccezionale ricchezza dei reperti esposti e l’apparato illustrativo di particolare suggestione. 
Nel Parco Archeologico di Egnazia del periodo messapico restano le poderose mura di difesa e le necropoli, con tombe a fossa, a semicamera e monumentali tombe a camera. Della città romana si possono ammirare i resti della Via Traiana, della Basilica Civile, del Sacello delle divinità orientali, della piazza porticata, del criptoportico e delle terme. Tra gli edifici di culto cristiano, sorti tra il IV ed il VI sec. d.C. si segnalano la Basilica Episcopale con il battistero e la Basilica Meridionale, originariamente pavimentate con mosaici.

     Non molto lontano dall'Altosalento…

BARI - CASTELLO SVEVO - Il Castello di Bari, storicamente attribuito a Ruggero il Normanno, è stato eretto nel 1131; ma si deve a Federico II di Svevia negli anni compresi tra il 1233 ed il 1240 il recupero del castello. Nel '500 per opera degli Aragonesi fu costruita la cinta bastionata e sistemato il cortile centrale, con la scalinata a doppia rampa. 
BARI - PALAZZO SIMI nel centro storico di Bari, è una casa palatiata di epoca rinascimentale che suggella una fitta e serrata stratificazione archeologica sia verticale che orizzontale.

MATERA - MUSEO NAZIONALE "DOMENICO RIDOLA"  presenta le importanti testimonianze archeologiche rinvenute nel comprensorio di Matera. 
MATERA - 
MUSEO NAZIONALE D'ARTE MEDIEVALE E MODERNA DELLA BASILICATA ha sede in Palazzo Lanfranchi a ridosso del Sasso Caveoso. Il percorso espositivo del Museo si articola in tre sezioni: Arte Sacra, Collezionismo e Arte Contemporanea.

METAPONTO (MT) - MUSEO ARCHEOLOGICO, PARCO ARCHEOLOGICO e TEMPIO DELLE TAVOLE PALATINE - Il Museo presenta la ricostruzione del quadro archeologico del territorio metapontino, dalla Preistoria sino al periodo tardo antico. L'area archeologica ospita i monumentali resti della città di Metapontum, fondata dagli Achei durante la seconda metà del VII sec. a.C. I resti del tempio sono composti da 15 colonne con 20 scanalature e capitelli di ordine dorico.

POLICORO (MT) - PARCO ARCHEOLOGICO DI HERACLEA E MUSEO NAZIONALE DELLA SIRITIDE - L'area archeologica comprende l’acropoli della città di Herakleia, fondata nel 433/32 a.C e le aree sacre dedicate al culto di Dioniso e di Demetra. Il Museo presentata alcuni dei rinvenimenti più significativi relativi alle due città greche di Siris e di Herakleia e ai centri indigeni dell'entroterra.

TARANTO - MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE - Il museo, tra i più importanti d’Italia, conserva una delle più grandi collezioni di manufatti dell'epoca della Magna Grecia tra cui i famosi “Ori di Taranto” . Il percorso espositivo, illustra la storia di Taranto e del suo territorio dalla Preistoria all’Alto Medioevo; Taranto l’antica Taras fondata dagli Spartani, fu una delle più antiche e importanti colonie della Magna Grecia
TARANTO - MUSEO ETNOGRAFICO "ALFREDO MAJORANO” accoglie al suo interno importanti testimonianze del fenomeno del tarantismo e reperti legati al mare, alla terra, agli antichi lavori, oggetti attestanti il mondo ludico di un tempo unitamente a manufatti di devozione religiosa.

 

FESTA PATRONALE A CISTERNINO 5, 6 e 7 agosto 2017

festeggiamenti in onore dei Santi Quirico e Giulitta

 

LOCUS FESTIVAL 2017 - 13^ Edizione Locorotondo da Domenica 09 Luglio a Sabato 12 Agosto 2017 

Fra Italia, Stati Uniti e Brasile, le coordinate geo-artistiche della buona musica internazionale si incrociano a Locorotondo, il bellissimo borgo circolare nel cuore della Valle d'Itria.

Dom. 9/7 - Mavù: BONOBO
Sab. 15/7 - Piazza Moro: THE HELIOCENTRICS
Sab. 22/7 - Piazza Moro: MICHAEL LEAGUE in BOKANTÉ
Dom. 23/7 - Mavù: BENJAMIN CLEMENTINE
Ven. 28/7 - Piazza Moro: Locus Movies
“What happened Miss Simone”; “Miles Ahead”. Introduzioni a cura di Ashley Kahn e Nicola Gaeta.
Sab. 29/7 - Piazza Moro: DAYME AROCENA
Dom. 30/7 - Piazza Moro: ROBERT GLASPER EXPERIMENT
Sab. 5/8 - Piazza Moro: YUSSEF KAMAAL
Dom. 6/9 - Piazza Moro: DEPRODUCERS
Sab. 12/8 - Mavù: NICCOLÒ FABI

 

UN'EMOZIONE CHIAMATA LIBRO - XXI edizione della rassegna letteraria a Ostuni, Chiostro San Francesco in Piazza Libertà ore 20:30.

Una versione inedita,  l'edizione 2017, che elegge la poetica musicale a genere letterario principe dell’intera kermesse

8/7 Concerto spettacolo su Bob Dylan con Tito Schipa Jr (Chiostro, ore 20:30)
9/7 Michele Bovi, con “Note segrete”, riflessioni sul Dylan d’Italia, Fabrizio De André (Chiostro, ore 20:30)
9/7 Daniele Sanzone con “Terra mia” con Daniele Poggi, dialogo su Pino Daniele(P.zza Liberà, ore 21:30)
21/7 Salvatore Rossi, lectio su Canio Loguercio con la disegnatrice Chiara Rapaccini (Chiostro, ore 20:30)
28/7 Gianrico Carofiglio, lectio su Francesco De Gregori (Chiostro, ore 19:00)
5/8 Alessandro Laterza, lectio su Francesco Guccini (Chiostro, ore 20:30)
8/8 Carlo Massarini e Alberto Castelli, lectio sui Beatles; (Chiostro, ore 20:30)
9/8 Evento per bambini – Caccia al tesoro letteraria con Roberto Gagnor e premio finale da Peppe Vessicchio
12/8 Franco Cassano, lectio su Franco Battiato

 

ALBANO IN CONCERTO

12 agosto, stadio comunale di Grottaglie

 

CEGLIE FOOD FESTIVAL 2017 - il Festival dove il cibo è tutta un’altra storia. - 11, 12 e 13 agosto a Ceglie

Ceglie Messapica, capitale riconosciuta della gastronomia pugliese ad altissima densità di ristoranti recensiti, segnalati, consigliati dalle guide di settore, rinnova anche quest’anno l’appuntamento agostano con il Food Festival.

La tradizione di animare il centro storico della città della Valle d’Itria – la valle dei trulli e degli ulivi secolari – mettendo in scena il paniere alimentare pugliese è tradizione di lungo corso a Ceglie Messapica. Nei cartelli che perimetrano gli ingressi il territorio, la città si presenta come “terra di gastronomia”. Il peculiare microclima gastronomico di questo che è uno dei borghi imbiancati a calce più antichi della zona, è fra i più celebrati della regione.

 

CORTEO DI FEDERICO II E TORNEO DEI RIONI 2017 a Oria - 51° edizione

CORTEO STORICO DI FEDERICO II  sabato 12 agosto 2017 - ore 18:00
Per la 51a edizione dell' evento organizzato dalla Pro Loco di Oria dal 1967, circa 1000 figuranti in costume, tra nobili, dame, armigeri, cavalieri, giullari e sbandieratori, accompagneranno l'imperatore Federico II lungo le vie di Oria imbandierate per l'occasione.
Partendo dall'Istituto dei Padri Rogazionisti e seguendo il percorso cittadino ad accesso libero e gratuito il Corteo giungerà nella centralissima e rinnovata piazza Lorch. Lì sarà letto il bando del Torneo e si svolgerà la cerimonia di presentazione del Palio 2017.

TORNEO DEI RIONI - domenica 13 agosto ore 17:30
Il Torneamento rappresenta una sfida tra i quattro rioni di Oria: Castello, Judea, Lama e Santo Basilio.
Presso il campo del Torneo, Atleti e Cavalieri si cimenteranno in durissime prove di stampo medievale per conquistare l'ambito Palio.
Un piccolo spettacolo coreografico e di sbandieratori precederà lo svolgimento delle prove.
A seguire, dopo le gare del torneo valide per l'assegnazione del Palio, la cerimonia di consegna.

* Il Corteo di Federico II rappresenta la più importante rievocazione medievale del periodo federiciano che si svolga oggi in Italia. Oltre mille figuranti in costume d'epoca sfilano lungo le principali vie di Oria, per l'occasione fastosamente addobbate con i vessilli dei quattro rioni (Castello, Judea, Lama e Santo Basilio). Il corteo si conclude in Piazza Manfredi, dove l'araldo leggerà il bando emanato dell'imperatore nel 1225 per bandire il Torneamento tra i quattro rioni della "Citttade". Lo sfarzo dell'epoca federiciana viene rappresentato fedelmente attraverso movenze e portamenti di nobili, dame, cavalieri, giullari, uomini di corte, paggi ed armigeri. Uno spettacolo stupendo di colori e musiche, sensazioni ed atmosfere che è davvero unico per la ricercata meticolosità nei particolari, allo scopo di riprodurre alla perfezione l'epoca medievale e la corte "dello 'Mperatore".
Nel Torneo dei Rioni, in programma il giorno seguente, gli atleti ed i cavalieri di ciascun rione si sfidano nelle dure prove di stampo medievale valide per l'assegnazione del Palio. Per vincere occorre conquistare il maggior numero di punti durante cinque prove (ariete, botte, forziere, gara del ponte, velocità e destrezza).

* Il “Corteo Storico - Torneo dei Rioni” di Oria trae origine dal bando che l’Imperatore Federico II di Svevia volle emanare nel 1225 durante un periodo di permanenza ad Oria, dove proprio in quel periodo volle avviare i lavori del castello.
Il Puer Apuliae, in attesa di Isabella di Brienne che avrebbe sposato nel novembre dello stesso anno, decise di insediarsi con la sua nobile corte nella zona collinare più vicina al porto di Brindisi, dove qualche mese dopo sarebbe sbarcata la figlia di Giovanni di Brienne, re di Gerusalemme, che l’imperatore aveva già da tempo accolto nella sua fastosa corte, che alloggiava nel castello di Oria con tutti gli onori del caso. Proprio per onorare la presenza del padre della promessa sposa (che gli avrebbe portato in dote la corona di Gerusalemme senza colpo ferire) e rendere partecipe dell’evento la gente della “fida et nobilissima cittade d’Orea” (oltre alla sua imponente Corte), l’imperatore svevo, nel rispetto della tradizione dell’epoca, volle bandire un “Torneamento” tra i quattro antichi rioni: Castello, Judea, Lama e Santo Basilio.

 

CARMEN CONSOLI IN CONCERTO

13 agosto Foro Boario a Ostuni

 

REZZICA 2017 - LA FESTA DELLA REZZA

Domenica 13 e lunedì 14 agosto 2017 nel centro storico (stratodde) di San Vito dei Normanni - stornelli, balli, teatro di strada, installazioni, estemporanee, immagini e sapori.

"Rezzica" è una festa di comunità, una festa per i Sanvitesi e dei Sanvitesi che ritrova nella "rezza" e nella pizzica elementi di un'identità condivisa, un evento variegato e coinvolgente che ha l'entusiasmo e il sapore di una
vecchia festa popolare.

* La "rezza" (da rètia in latino rete), ancora oggi è largamente utilizzata e viene sistemata davanti all'ingresso delle antiche case dei centri storici dell'Altosalento per proteggere dal sole e dalle intemperie; è una tenda fatta con targhette sottili di legno parallele l'una all'altra, lasciando solo pochi millimetri di spazio. La tradizione altosalentina usa l'espressione "vecchia cretu la rezza" (donna anziana dietro la rezza) per esprimere la volontà di vedere nel vicolo, o spesso curiosare se non spiare, senza essere visti.

 

MATTHEW LEE IN CONCERTO “the genius of rock’n’roll”

15 agosto in piazza a Ceglie

 

PIZZICA E MUSICA POPOLARE DELL'ALTOSALENTO 

San Vito dei Normanni, 15 agosto spettacolo in piazza con la Taricata, lo storico gruppo di musica popolare sanvitese che, in questo 2017, festeggia 40 anni di attività.

 

FESTA PATRONALE A LOCOROTONDO  

Festeggiamenti in onore di San Rocco dal 13 al 17 agosto 2017. Sagra Pirotecnica della Valle d’Itria  il 16 agosto alle ore 24,00.

 

FESTA PATRONALE A CEGLIE - 16 e 17 agosto 2017

festeggiamenti in onore di San Rocco.

* Le feste patronali costituiscono per il turista un'opportunità sia di socializzazione sia di conoscenza della cultura e della tradizione Altosalentina. E’ in occasione delle feste che si incontra il Salento più autentico, nell’atmosfera della festa si può cogliere un misto di sapienza, cordialità ed ironia. La festa dura dai due ai quattro giorni, le strade del centro sono addobbate con le luminarie che sono delle vere e proprie architetture di luci, numerose le bancarelle e in piazza immancabile la “cassa armonica” dove si esibiscono una o più bande musicali operistiche che si contendono a suon di musica lirico-sinfonica gli applausi del pubblico. Momento fondamentale delle feste patronali è la processione con il santo che viene portato a spalla per le vie del paese e i fragorosi botti che vengono sparati in onore del Santo prima dell’inizio del corteo per annunciarne l’inizio. Gli spettacoli pirotecnici chiudono spesso la fine della processione, ma i grandi fuochi pirotecnici chiudono le festività e si svolgono a notte inoltrata l’ultimo giorno di festa.

 

NICOLA PIOVANI IN CONCERTO - premio Oscar per la colonna sonora del film di Roberto Benigni “La vita è bella”

18 agosto in piazza a Ceglie

 

EDOARDO BENNATO IN CONCERTO

18 agosto in piazza a Carovigno

 

FIORELLA MANNOIA IN CONCERTO

19 agosto al parco delle Colonne a Carovigno

 

FESTIVAL DEI SENSI - 22, 23 e 24 agosto in Valle d' Itria

Festival dei Sensi, prestigiosa manifestazione culturale dedicata quest’anno al tema del „corpo“. Tre giorni di mostre, laboratori, conferenze ed eventi speciali a cui prenderanno parte scrittori, giornalisti, artisti ed esponenti del mondo della cultura e della scienza, sia italiani che internazionali; un’occasione d‘incontro dove tutti potranno ascoltare, capire e confrontarsi senza confini.

 

LA NOTTE DELLA TARANTA 2017  

"La Notte della Taranta" è il più grande festival di musica popolare d'Italia e una delle più significative manifestazioni sulla cultura popolare in Europa. Anche se fuori area Altosalento segnaliamo questo evento, che raduna ogni anno oltre centocinquantamila spettatori nella sola Melpignano, per essere l'emblema della Pizzica Salentina e del Tarantismo.  Inizio dei concerti itineranti nel Salento, in particolare nella Grecìa Salentina, dal 6 agosto per giungere al  Concertone finale del 26 agosto a Melpignano (30 chilometri a Sud di Lecce). 

FESTIVAL ITINERANTE 6-24 Agosto 2017 Salento 18 tappe: Corigliano d’Otranto ,Nardò, Torre San Giovanni, Cursi, Acaja, Calimera, Zollino, Alessano, Lecce, Galatina, Carpignano, Sogliano Cavour, Soleto, Martignano, Castrignano dei Greci, Cutroflano, Sternatia, Martano

* "Ma che,  ti ha morso la tarantola?" è una espressione di uso frequente dalle nostri parti con le quali si apostrofano le persone vivaci, irrequiete e incapaci di stare ferme.  L'origine di questo modo di dire va ricercata in una antica credenza popolare, secondo la quale chi veniva morso dalla tarantola (un grosso ragno) cadeva preda di convulsioni e spasmi. Ad essere "pizzicate" erano quasi esclusivamente le donne nella calda stagione estiva. Per guarire la tarantata ballava per ore, accompagnata dal battito ritmato di un tamburello e circondata da una ronda di danzatori con drappi colorati, fino a quando stremata stramazzava al suolo priva di sensi, potendo così riposare temporaneamente. Oggi, nel nuovo millennio, il mito della tarantola rinasce sotto altra forma, e ad essere morse non sono solo le donne contadine del nostro Salento, il contagio, infatti, ha ampiamente valicato i confini pugliesi. Ragazzi, giovani, adulti e anziani di tutta Europa in massa scendono in Puglia per assistere a frequenti mega-spettacoli di piazza al ritmo di pizzica-tarantella.

 

PORTE APERTE A PALAZZO - Visite guidate gratuite al Palazzo Imperiali di Latiano

Ritrovo in Piazza Umberto I nei pressi dell’ingresso del Palazzo il sabato sera, alle ore 21.00, nelle date del 29 luglio, 5 agosto, 19 agosto e 26 agosto
Info e prenotazioni: 366.2264803

 

FESTA PATRONALE AD OSTUNI

Festa di Sant'Oronzo dal 25 al 27 agosto 2017 con la  Cavalcata di S. Oronzo.

 

FESTA PATRONALE AD ORIA

29 e 30 agosto festeggiamenti in onore di San Barsanofio.  La sera del 30 alle 21,00 concerto in piazza di Tony Esposito.

* Barsanofio, detto il Grande Anziano del Deserto, visse sempre in completa solitudine presso il monastero di San Seridone nel deserto di Gaza.  Le sue reliquie arrivarono ad Oria con un monaco palestinese nell' 850,  le sue reliquie sono nella Basilica Cattedrale di Oria.

 

NOTTE AZZURRA A TORRE CANNE

Giovedì 31 Agosto 2017 dalle ore 19.00 tra falò sulla spiaggia, concerti live con gruppi folk-rock, funky, pop, blues, esibizioni di scuole di latino, standard e hip-pop, artisti di strada, gruppi musicali itineranti e gran finale con Dj e animazione ad attendere l’Alba del 1° Settembre. Via del Faro, lungomare e Piazza di Via Eroi del Mare di Torre Canne in una cornice tinta di Azzurro con stand enogastronomici, prodotti tipici e artigianato.

 

LA GIRANDOLA - Festival Internazionale di Artisti di Strada

a Carovigno 1, 2 e 3 settembre 2017

 

SAGRA DELL'UVA

a Casalini di Cisternino il 2 e il 3 settembre 2017 con sfilata di carri allegorici carichi di uva. 

 

FESTA PATRONALE A BRINDISI

dal 1 al 5 settembre 2017 festeggiamenti in onore di San Teodoro e San Lorenzo da Brindisi con processione a mare il 2 settembre ore 19,30 e spettacolo pirotecnico sul mare del porto interno.

* La "Processione a mare", vuole ricordare un episodio miracoloso: i marinai veneziani che nel 1210 trasportavano le reliquie di Teodoro (soldato romano martire del IV secolo fatto uccidere in Turchia per la sua fede in Cristo), vedendosi inseguiti da velieri turchi, pensarono di metterle in salvo su un sandalo (imbarcazione dal fondo piatto) che, spinto dalla corrente, si diresse all'imboccatura del porto di Brindisi. Questo evento fu interpretato come un segno del santo di voler approdare sulla costa della città ed i brindisini accettarono la sua protezione.

 

SAGRA DEL VINO

7, 8 e 9 settembre 2017 a Carosino: convegni, incontri, concerti, degustazioni e mercatini.  Caratteristica saliente della sagra la magica atmosfera che sprigiona la fontana monumentale, nella piazza del paese, da cui nelle tre serate zampilla vino.

 

BAROCCO FESTIVAL 2017 - festival di musica antica dal 23 agosto al 10 settembre 2017 a San Vito, Brindisi, Francavilla e Mesagne

 Il festival di musica antica, dedicato al sanvitese Leonardo Leo, taglia quest’anno il traguardo dei venti anni. Il festival, nato al fine di recuperare e tramandare la memoria storico ed artistica del grande musicista del Settecento, è ormai divenuto un appuntamento particolarmente atteso, da appassionati e non.

 

FESTIVAL DEGLI ARTISTI DI STRADA 15 e 16 settembre nel centro storico di Ostuni

Il Festival internazionale degli artisti di strada di Ostuni è una festa in cui la città si apre alle forme d’arte di strada, le accoglie e le protegge con le sue mura: un evento consolidato da 25 anni nella "Città Bianca"

 

NOX RUDIAE - NOTTE BIANCA DELLE TRADIZIONI Sabato 16 settembre a Villa Castelli.

Quest'anno gli organizzatori presentano, in clima di ricerche storico-etnografiche e nello sviluppo di un laboratorio culturale orientato verso nuove frontiere musicali, una "contaminazione e "fusione", tra ritmi tradizionali(pizzica, taranta) e tipici motivi del folklore irlandese.

 

CHIAMALE SE VUOI "EMOZIONI A OSTUNI" - Mercoledì 20 settembre, ore 21 a Ostuni

I più grandi successi di Lucio Battisti riproposti e rivisitati dai "New Era" in una originalissima e moderna versione rock. Ad alzare il sipario a Ostuni il Maestro Mogol, uno dei massimi autori del panorama musicale italiano, ricordato per il lungo e fortunato sodalizio artistico con Lucio Battisti.


Si chiude qui il nostro elenco delle manifestazioni altosalentine primavera-estate 2012, nella prossima pagina l'archivio eventi autunno-inverno 2017-2018, alla pagina prossimi eventi troverete le manifestazioni in corso o di imminente presentazione.


Home     Prossimi eventi     Strutture turistiche