altosalento riviera dei trulli         benvenuti in Puglia

Home
Su

 

 

 

Altosalento riviera dei trulli

un territorio da favola

info-vacanze

mare

trulli

prossimi eventi

 

 

 

CAROVIGNO   il Santuario Madonna del Belvedere

A 3 Km da Carovigno il santuario di Belvedere sorge in bella vista del mare a 100 m di altitudine,  il posto tranquillo e rilassante induce alla riflessione e alla meditazione. 

L'attuale chiesa del 1500 e' stata costruita su una grotta a cui si accede per una lunga scalinata, in fondo alla grotta una immagine della  Madonna:  la Madonna del Belvedere. 

Si ritiene che la Grotta del Belvedere, come tante altre chiese-cripte del Salento, sia stata utilizzata dai monaci Basiliani, costretti a fuggire dal  Medio Oriente per le persecuzioni dell'imperatore Leone III° l'Isaurico.

Si raccontano varie storie sulla sacralità  del posto, di certo il luogo di culto è meta di pellegrini da Carovigno e dai paesi vicini, un culto che si manifesta, anche, con una particolarità unica.

Per onorare la Madonna del Belvedere a Carovigno il lunedì,  il martedì e il sabato dopo Pasqua si "batte" la Nzegna: un acrobatico e spettacolare gioco di bandiere che simboleggia lo sventolio del fazzoletto colorato che un giovane pastore sventolava per la gioia della visione di una giovenca inginocchiata di fronte all'immagine della Madonna  (vedi racconto).

Il lunedì di Pasquetta una processione di fedeli parte dal paese e raggiunge il Santuario,  per prendere il quadro che raffigura la Vergine e portarlo all’interno della Chiesa Matrice del paese. Il quadro, durante le giornate di lunedì e martedì, segue la processione per le vie del paese. Il sabato successivo alla Pasqua, sempre in processione il quadro viene riportato presso il Santuario di Belvedere dove avviene, per l’ultima volta, la battitura della Nzegna, che chiuderà i festeggiamenti in onore della Vergine legati alle festività pasquali.

Gli sbandieratori sfilano ed eseguono le loro esibizioni accompagnati dal rullo dei tamburi e dal suono delle chiarine, ed indossano dei costumi storici di colore rosso e blu.

Carovigno viene chiamata "la città della  Nzegna" a sottolineare, oltre alla grande devozione alla Madonna, la bravura dei suoi sbandieratori riconosciuti fra i migliori d'Italia e testimoni della più antica tradizione italiana del gioco della bandiera.  

home       il territorio       il mare      angoli di mare      i trulli      angoli di trulli      la gastronomia      prossimamente      vacanze