ALTOSALENTO RIVIERA DEI TRULLI  benvenuti in Puglia

 

 

ceglie messapica          attrazioni turistiche

 Ceglie è famosa in tutta Italia per le prelibatezze della  sua gastronomia,  i numerosi ristoranti della cittadina sono polo di attrazione per i turisti e per gli escursionisti del fine settimana dalle città vicine.

La cucina cegliese è casereccia e genuina, nel tempo non ha subito sostanziali alterazioni, le ricette sono  state tramandate di generazione in generazione, fino ai giorni nostri.  Tutto viene preparato artigianalmente, come una volta: pasta casereccia, pane, dolci e biscotti. Una cucina,  indissolubilmente legata alle tradizioni ed alla storia della gente, che realizza specialità tipiche che  qui assumono una connotazione ancora più originale e particolare.

Sulla collina di Montevicoli di grande importanza le omonime grotte, l'area è divenuta una zona residenziale con numerose villette e attività turistiche. Nei pressi delle grotte in epoca messapica sorgeva un tempio dedicato alla dea Afrodite, confermato da ritrovamenti archeologici.  

 Il centro storico e' riunito intorno al castello ed e' caratterizzato da stretti vicoli fra il bianco a calce delle case. Da visitare la pinacoteca d'arte moderna Emilio Notte e  il museo messapico.

Per gli amanti della natura, a 6 km dalla città a circa 400 m di altezza, si trova il bosco pineta dell' Ulmo con area attrezzata pic nic e sentieri, anche comodi e delimitati da  staccionate in legno, con bacheche divulgative e giochi di diverse tipologie. Pino d'Aleppo e macchia mediterranea, con atmosfere quasi montane, caratterizzano questo polmone verde della Valle d'Itria. 

Di fronte al parcheggio del bosco, interessante la passeggiata sul tratturo che corre sulla originale grande condotta principale dell'acquedotto pugliese (un' opera mastodontica realizzata ai primi del  '900 dalle sorgenti di  Caposele sull'Appennino Campano a Villa Castelli per 244 Km); al termine dell'escursione salutare una bevuta di acqua fresca di... sorgente dalla sottostante fontana.  L’acquedotto pugliese, oltre ad essere la più grande opera idraulica d’Europa, è anche uno dei sentieri più belli della Valle d’Itria per poter scoprire paesaggi insoliti e suggestivi tra antichi trulli.

In fase di realizzazione la Ciclovia dell'Acquedotto Pugliese (chiamata anche Ciclovia dell'Acqua), un itinerario ciclabile di 580 chilometri che da Caposele (AV)  porterà  fino a Santa Maria di Leuca (LE). Attualmente, questa via verde cicloturistica ed escursionistica è attrezzata e  fruibile per 15 chilometri in Valle d'Itria, da Figazzano (Cisternino)  al Bosco Pineta Ulmo (Ceglie). La ciclovia, per buona parte si sviluppa sulle stradine di servizio sovrastanti il canale principale dell'acquedotto pugliese e fa parte dell'Itinerario Ciclabile Nazionale n. 11 (ciclovia degli Appennini). 

Numerose nel territorio comunale le aree naturalistiche e storiche  "da scoprire":  particolari angoli nel verde con antica architettura rurale, neviere (antichi depositi di neve che alimentavano il commercio del ghiaccio in estate),  cappelle votive e chiesette,   le specchie spesso immerse in boschi e pinete, le fogge ( antiche cisterne a cielo aperto -grandi vasche in pietra- per la raccolta dell'acqua piovana). La foggia meglio conservata e fruibile dai visitatori è Foggia Vetere a valle del centro storico all'inizio della provinciale per Cisternino.

La campagna cegliese è punteggiata da numerosi trulli, che qui vengono chiamati  "casedde". Nell'area dei trulli, Alberobello è la cittadina che presenta due quartieri interamente a trulli, in Valle d'Itria si trova la maggiore concentrazione di queste particolari architetture ma è il vasto territorio comunale di Ceglie (che in parte rientra in Valle d'Itria)  che presenta il maggior numero di casedde.

Ceglie è probabilmente la cittadina che più delle altre ha conservato le peculiarità autentiche del passato, senza troppi  "moderni" stravolgimenti; è proprio la sua autenticità il punto di forza tanto da farla apprezzare e preferire ai turisti (molti stranieri) che ricercano "antiche emozioni" e  sensazioni di pace e tranquillità.


Per visite guidate nel centro storico e nel territorio: Guida Ambientale Escursionistica Vincenzo Intermite cell. 333 7066676

Buone Vacanze nell'Altosalento: un territorio da favola fra trulli e mare

Nome

E-mail

provenienza

Messaggio

 


Home    Prossimi eventi     Strutture turistiche