altosalento riviera dei trulli         benvenuti in Puglia   

Home
Su

 

 

 

 

Altosalento riviera dei trulli

un territorio da favola

info-vacanze

prossimi eventi

 

 

 

MARKETING COMUNICATIVO nei conflitti di Fabiola Fedele

IL MODELLO DI COMUNICAZIONE STANDARD

Facendo riferimento alla comunicazione interpersonale, si può illustrare il modello di comunicazione standard che presenta l’idea di una comunicazione di tipo scientifico.

Tale modello è stato elaborato negli anni ’50 dagli ingegneri Shannon e Weaver che lavoravano nell’ambito telefonico. Essi ritenevano che, concentrandosi sulla codifica del segnale e all’efficienza del mezzo di trasmissione, si potesse garantire una buona comunicazione. 

Il loro schema, sostanzialmente matematico, considera la comunicazione come trasmissione di informazioni attraverso elementi costitutivi, necessari e sufficienti. Il modello si focalizza sulla scomposizione di tali elementi della comunicazione in interazione dinamica tra loro. 

Esaminiamo di seguito i sei elementi : 

  • L’ emittente: colui che avvia la comunicazione inviando il messaggio.
  • Il codice: insieme di regole condivise impiegate per comporre il messaggio;
  • Il messaggio: contenuto in sé, insieme di informazioni inviate dal mittente. Esso viene inteso come un prodotto finito che non necessita di ulteriori cambiamenti;
  • Il canale: mezzo che permette di trasmettere, mediare e cogliere il messaggio (supporto radiofonico o telefonico, onde sonore, scrittura …);  
  • Il destinatario: soggetto a cui è indirizzato il messaggio;
  • Rumori: tutto ciò che funge da ostacolo nella comunicazione disturbando e interferendo con la ricezione del messaggio. Si possono distinguere rumori esterni, provenienti dall’ambiente circostante o rumori psicologici, derivanti da pensieri o paure del soggetto. Ciò può modificare la natura dell’informazione inviata e compromettere l’intero processo comunicativo.

La comunicazione è strutturata come una catena.

Il primo anello, elemento chiave di emissione del messaggio, è l’ emittente, il quale, attraverso un canale  di emissione, invia il corpo della conversazione, il messaggio, che a sua volta contiene un referente cioè un argomento ed è strutturato secondo un codice . Infine, attraverso un canale di ricezione, il ricevente , recepisce il messaggio trasmesso dall’emittente.

Ritorna alla pagina indice del MARKETING COMUNICATIVO


 Home del sito          Pagina iniziale e riepilogativa "studio e ricerca"