altosalento riviera dei trulli         benvenuti in Puglia

Home
Su

 

Distretto turistico altosalentino

La nostra materia prima  

L'Altosalento affascina

Un famoso regista, di cui non faccio nome (in questo lavoro non citerò mai nessun contemporaneo quanto per non far torto a nessuno quanto per una giusta privacy degli interessati), si  diverte a raccontare agli amici che appena può fugge dalla città, si reca alla stazione centrale di Milano dove richiede un biglietto ferroviario Milano Centrale – Pascarosa , cambia a Bari dove sale sul treno locale delle Ferrovie Sud Est che ferma nelle cittadine delle Murge orientali e, nella zona dei Trulli anche in localita’ di campagna. Pascarosa è un’amena contrada in Valle d’Itria nel tratto ferroviario fra Cisternino e Ceglie, qui scende il nostro regista, ad accoglierlo sul piazzale della stazioncina le ...galline.. immagine di una vita agreste ancora semplice e genuina. Da qui si incammina verso il suo trullo dove trascorre, per quanto possibile in anonimato, le sue giornate di riposo. 

Un altro celebre attore sembra giunga nei fine settimana in elicottero da Roma e si rifugia nei suoi trulli, peraltro, non visibili dalla provinciale dove c’e’ un anonimo ingresso da far pensare a un viottolo che termini nelle campagne.

Altri personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura sono meno anonimi, la loro presenza è risaputa e per lo più hanno scelto Ostuni la cittadina più conosciuta e  mondana dell’Altosalento.

Gruppi di inglesi stanno scoprendo la nostra zona come la loro nuova meta Italia (dopo la riviera Ligure, e la Toscana nel recente passato), alcuni  trascorrono le ferie estive e i fine settimana (grazie ai collegamenti aerei  diretti Brindisi-Londra) altri vivono stabilmente, sono artisti, musicisti, teatranti; sono gli esponenti della nuova classe creativa che influenzano in positivo il territorio con le loro iniziative (esempio: sperimentazione teatrale, con scuola di teatro nella loro tenuta in campagna trasformata in anfiteatro naturale).

Stiamo ritornando quindi a parlare delle risorse principali: le risorse naturali come  il paesaggio e il nostro entroterra che rappresentano un museo a cielo aperto.    Esaminiamo in dettaglio cosa attrae di più al turista della nostra terra,  perché l’Altosalento-Riviera dei Trulli è un territorio unico, cominciamo anche a capire, ma ne parlerò meglio nei prossimi capitoli, perché può diventare un vero distretto turistico  (in Italia sono pochi i distretti turistici, personalmente ritengo che il solo vero distretto turistico al momento è rappresentato dalla Riviera Romagnola).

home del sito

schema sunto e indice distretto turistico altosalentino